Gestione documentale, intervista a Massimiliano Grippaldi di PFU

Gestione documentale, intervista a Massimiliano Grippaldi di PFU

A SMAU Milano incontriamo Massimiliano Grippaldi, Regional Sales Manager di PFU Italia, che ci racconta le ultime novità di prodotto e le prospettive per il 2020.

Si parte subito con l’ultimo nato di casa Fujitsu, lo scanner documentale fi-800R, un modello pensato per un utilizzo front desk e orientato ad ambienti ho.re.ca., sportelli bancari e amministrativi.
Alle dimensioni estremamente compatte, che ne favoriscono l’integrazione sulla scrivania dell’operatore fronte cliente, lo scanner affianca interessanti doti tecniche.
fi-800R può infatti acquisire passaporti e carte di identità, grazie a un percorso carta capace di gestire documenti spessi anche 5 mm (ben oltre gli 1,2 mm di patenti, carte di credito, carte di identità…).
Questo dispositivo ottico è il primo della categoria a non necessitare di un foglio di protezione per i passaporti. Lo scanner è infatti dotato di un meccanismo di percorso di ritorno che consente di gestire oggetti più spessi, compresa la MRZ (Machine Readable Zone). Oltre all’evidente risparmio di tempo, questa pratica assicura la conformità al GDPR dato che lo svolgimento di tutte le operazioni avviene in presenza del cliente.

In uno spazio di poco superiore ai normali dispositivi formato A5, questa unità permette scansioni dirette fino all’A4, grazie al doppio percorso carta e all’ADF con autonomia di 20 pagine. Con l’adattatore in dotazione è persino possibile scansionare singole pagine A3. Nonostante uno chassis di dimensioni modeste, il motore di scansione non ha nulla da invidiare ai modelli fi-Series a listino.
Lo scanner raggiunge infatti le 40 ppm/80 ipm.

La macchina si propone come integrazione per l’infrastruttura esistente, ma anche come upgrade progressivo dei modelli obsoleti.
Grazie a funzioni quali la rifilatura, la pulitura e l’orientamento automatico, fi-800R semplifica a tutti gli effetti le operazioni quotidiane e garantisce un’elevata qualità delle immagini indipendentemente dal tipo di documento acquisito.

Come sottolinea Grippaldi, e come noto ormai da tempo a chi conosce il brand, il punto di forza Fujitsu è dato dalla forte integrazione tra hardware e software. A un dispositivo robusto e affidabile si affianca una suite completa che ne rende immediato e altamente proficuo l’uso giornaliero. Il software PaperStream offerto in bundle ottimizza le immagini per semplificare i passaggi successivi ed estrae le informazioni per arricchire i profili dei clienti. Per esempio, attraverso la funzione di selezione automatica del profilo, l’operatore può risparmiare tempo ed evitare di suddividere i singoli documenti in base al formato.

fi-800R non sostituirà altri prodotti dato che era già stato introdotto nella roadmap Fujistu da tempo. Questa unità si affianca ai modelli convenzionali da 40 ppm e si distingue per un prezzo più appetibile (699,00 euro IVA esclusa).

Lato distribuzione, Grippaldi sottolinea la vocazione dell’azienda 100% canale e la disponibilità di un ampio numero di rivenditori. Per loro, sin dal 2016 è disponibile l’Imaging Channel Program, strutturato per offre tutti i contenuti necessari per il supporto alla vendita (materiali marketing, offerte e formazione).
A questo si affianca il programma di fidelizzazione Imaging Rewards. In questo modo, PFU riconosce l’impegno dei singoli partner nelle attività di vendita e premia direttamente gli affiliati più meritevoli con servizi di supporto al business, viaggi e molto altro.

Ad oggi, l’azienda conta cinque distributori, circa 1.200 rivenditori attivi dei quali, circa 50 rappresentano l’elite, capace di interagire e influenzare lo sviluppo di progetti importanti, anche in ambito PA.

- Cosa ci dobbiamo aspettare per il prossimo anno?
Il 2020 sarà un anno di rinnovamento generale, ma in particolar modo per quanto riguarda il parco prodotto. Sarà ampliata la linea di scanner di rete, con l’introduzione di modelli di fascia alta da 30 e 40 ppm e connettività ethernet a 100 Mbps. Nella seconda parte dell’anno arriveranno nuovi device fi-Series.
Lo sviluppo e il mantenimento delle partnership in essere costituiranno un ulteriore tassello della strategia 2020.

Avendo scelto di non entrare in concorrenza con altri importanti player del mercato, per quanto riguarda i software di gestione documentale, PFU conferma la propria partnership tecnologica e commerciale con AbleTech, sviluppatore della nota piattaforma Arxivar.

Tra le partnership e le attività più importanti dell’ultimo periodo, Grippaldi evidenzia la collaborazione con l’Associazione Nazionale Commercialisti, nata con l’obiettivo di agevolare il percorso di trasformazione digitale di studi commercialisti e professionisti.

Nel settore educational, è invece molto importante l’attività congiunta svolta da Fujitsu con Axios Italia Service, azienda specializzata nello sviluppo di software e soluzioni IT destinate al settore scolastico. La partnership prevede l’integrazione dello Scanner Fujitsu fi-7300NX nel progetto Scuola Digitale, al fine di agevolare e promuovere un approccio alla digitalizzazione nel mondo della scuola.