Project Athena, mobilità alla Samsung Developer Conference

Project Athena, mobilità alla Samsung Developer Conference

Project Athena, processori di decima generazione e Lakefield di Intel sono alla base del “New Mobile Computing” alla Samsung Developer Conference.

Samsung ha oggi annunciato tre nuovi notebook progettati in collaborazione con Intel: i primi due notebook Samsung verificati in base alla specifica target e alle esperienze previste dal programma di innovazione di Intel, nome in codice “Project Athena”, e un Samsung Galaxy Book S - prossimamente disponibile - basato sull'esclusivo processore Intel nome in codice “Lakefield”.

Tramite un’intensa attività di co-engineering con i player di settore, Intel sta chiamando a raccolta l’intero ecosistema per favorire l’innovazione dei PC a partire dalle esigenze espresse delle persone che li utilizzano. I nuovi dispositivi Galaxy Book sono stati progettati in collaborazione con Intel nell’ambito dell’iniziativa New Mobile Computing di Samsung. Questa iniziativa si basa sulla lunga collaborazione delle due aziende ed è complementare alla visione Intel di “platformation”, andando ben oltre il processore, per interessare interamente il PC con innovazione nel silicio, hardware, e software.

L’obiettivo è quello di offrire:
• Nuove esperienze fluide con i notebook, che includono intelligenza artificiale e grafica
• Funzionalità di connettività estese come Wi-Fi, Thunderbolt e 5G
• Innovazione più rapida nei form factor e tecnologia dei display più avanzata

Samsung ha annunciato i suoi primi due notebook verificati in base alla specifica target e ai key experience indicator del programma di innovazione Project Athena.
Con questi nuovi prodotti, i notebook verificati nell’ambito del programma, fino ad oggi, sono 17. Galaxy Book Flex e Galaxy Book Ion, basati su processori Intel Core di decima generazione, sono stati progettati in collaborazione con Intel per offrire una reattività costante anche quando i dispositivi sono alimentati a batteria, una durata della batteria in linea con le esigenze di utilizzo reali e risposta immediata ai comandi. Entrambi i modelli sono inoltre dotati del primo display QLED al mondo per notebook, che sarà disponibile in due dimensioni: 13,3” e 15,6”, in una cornice ultra sottile in grado di offrire esperienze più immersive.

• Galaxy Book Flex è basato su processori Intel Core di decima generazione con grafica Intel Iris Plus e ha un design 2 in 1 convertibile con una cerniera a 360 gradi. È dotato della S Pen potenziata con controllo gestuale, accesso biometrico e un corpo in alluminio costruito per durare a lungo.
• Galaxy Book Ion è basto su processori Intel Core di decima generazione per gestire gli impegnativi carichi di lavoro multithread. Ha una struttura ultra sottile in magnesio leggero, particolarmente indicata per i professionisti sempre in movimento che non sono vincolati alla scrivania.

Samsung ha inoltre condiviso dettagli sul modello Galaxy Book S prossimamente disponibile, basato su processore Lakefield di Intel, dotato della tecnologia di stacking Foveros 3D di Intel e con architettura di computing ibrida per offrire l'equilibrio ottimale tra prestazioni, efficienza e connettività in un ingombro ridotto. Lakefield offre flessibilità nelle forme e nel design in tutte le categorie di dispositivi a schermo singolo, doppio e pieghevole. Si prevede che Samsung Galaxy Book S sia il primo dispositivo basato su Lakefield ad arrivare sul mercato, e offrirà supporto per la connettività LTE Intel garantendo un'esperienza sempre connessa.