Dell Technologies svela l'infrastruttura autonoma EMC PowerOne

Dell Technologies svela l'infrastruttura autonoma EMC PowerOne

Dell lancia l'infrastruttura autonoma EMC PowerOne con intelligenza integrata per semplificare il deployment, la gestione e il consumo dell'IT da parte delle aziende. Disponibile a livello mondiale dal 22 novembre, questa novità integra le risorse di calcolo PowerEdge, lo storage PowerMax, gli apparati di rete PowerSwitch e la virtualizzazione VMware in un unico sistema combinato con un engine di intelligenza integrato per automatizzare migliaia di attività manuali lungo tutto il suo ciclo di vita.

Il cuore delle operazioni autonome di PowerOne è costituito da un motore integrato di automazione avanzata. PowerOne permette ai clienti di focalizzarsi sul proprio business, sia che si tratti del deployment di workload o di applicazioni piuttosto che dello sviluppo di nuovi prodotti e servizi. Proprio come gli indicatori di corsia, i navigatori e le altre funzionalità che si trovano all'interno dei veicoli a guida autonoma, la macchina compie la maggior parte delle operazioni da sola mentre il passeggero si limita a impostare la destinazione desiderata. L'automazione avanzata di PowerOne consente agli amministratori di definire il risultato di business richiesto e il sistema calcola il modo migliore per fare il resto.

L'engine di automazione si avvale di un'architettura a microservizi Kubernetes e utilizza workflow Ansible per aiutare gli utenti ad automatizzare la configurazione e il provisioning dei componenti dando vita a un datacenter-as-a-service gestito dal cliente.

PowerOne mette a disposizione una singola API (Application Programming Interface) a livello di sistema per fornire agli utenti il controllo necessario a creare pool di risorse specifici secondo i vari obiettivi di business. Questa API può essere collegata a tool già esistenti, come i portali di servizi, per rendere le operazioni IT programmabili e non più manuali. Questo paradigma, noto come Infrastructure as Code, elimina virtualmente la necessità di entrare nei diversi sistemi per la gestione dei componenti. Con PowerOne le aziende possono creare cluster VMware subito pronti per i loro workload con soli pochi click.

Jeff Boudreau, Presidente di Dell Technologies Infrastructure Solutions Group
L'infrastruttura autonoma di PowerOne automatizza l'IT affinché le organizzazioni possano concentrarsi di meno sulla gestione della tecnologia e possano pensare di più a come trarne vantaggio. Guardando al futuro, PowerOne rappresenta un incredibile salto in avanti: aiuta i clienti a focalizzarsi su come fare leva sulla potenza dei dati, permettendo ai team IT di innovare e di raggiungere gli obiettivi di business più rapidamente.

Alcuni vantaggi derivanti da PowerOne:

  1. Launch Assist - velocizza il processo di installazione e configurazione utilizzando workflow integrati basati su VMware Validated Design e su best practice Dell EMC. PowerOne aiuta a risparmiare tempo automatizzando l'installazione e la configurazione di hardware e di cluster VMware.
  2. Lifecycle Assist - aiuta a ridurre il rischio infrastrutturale semplificando le operazioni quotidiane e la gestione del ciclo di vita attraverso aggiornamenti e convalide modulari del sistema per controllare costantemente l'applicazione dei parametri hardware e software corretti.
  3. Expansion Assist - allinea l'infrastruttura alle esigenze di business aggiungendo, eliminando o riassegnando capacità e risorse per mezzo di funzionalità di provisioning e scaling. I clienti possono quindi allineare più agevolmente le operazioni ai requisiti di business.

I componenti di PowerOne:

  1. PowerOne Controller: appliance onboard che costituisce l'engine di automazione che utilizza un'architettura a microservizi Kubernetes e workflow Ansible per automatizzare la configurazione, il provisioning e la gestione del ciclo di vita dei vari componenti.
  2. PowerEdge MX: il particolare design privo di midplane di questo server modulare permette di supportare molteplici generazioni di release tecnologiche –microprocessori, nuove tipologie di storage e nuovi sistemi di connessione – per lungo tempo a venire.
  3. PowerSwitch: gli switch Dell EMC sono alla base di alcuni dei più grandi ambienti web-scale del mondo e offrono agli utenti una scelta di sistemi operativi per meglio rispondere ai requisiti di ciascuno.
  4. PowerMax: lo storage array più veloce del mondo fornisce prestazioni prive di complessità attraverso la combinazione tra una architettura potente, operazioni semplici e innovazioni affidabili.
  5. PowerProtect: Per salvaguardare il valore dei dati, PowerOne può anche fare leva sull'intero portafoglio di soluzioni per la protezione dei dati PowerProtect allo scopo di gestire i costanti cambiamenti nella crescita delle informazioni e i requisiti normativi. Il portafoglio comprende storage di protezione cloud-enabled, appliance integrate e soluzioni software-defined.
  6.