Vacanze alle porte, i consigli di Panda per partire in sicurezza

Vacanze alle porte, i consigli di Panda per partire in sicurezza

Come tutti gli anni, lo spostamento per il periodo di vacanza comporta una attenta programmazione; Panda Security mette a fuoco i possibili rischi per la privacy.
Un motto molto utilizzato in questi anni recita: “gli hacker non vanno in vacanza”. Se a questo aggiungiamo che molti viaggiatori non sanno come proteggere i propri dati quando si spostano, il potenziale rischio per la sicurezza personale e dei dati è tutt’altro che lieve. Per questo motivo Panda Security ha previsto cinque consigli pratici per proteggere la sicurezza dei dati e della privacy quando siamo lontani da casa.

Backup - È importante copiare e salvare i file più importanti dei propri dispositivi connessi a Internet su un hard disk esterno o nel cloud. In questo modo, non solo libereremo spazio prezioso su telefono o tablet, ma ridurremo drasticamente anche il numero di ricordi che potremmo perdere se dovessimo smarrire uno dei nostri dispositivi. Ecco la guida di Panda Security per eseguire facilmente il backup.

Limitare i post dei nostri viaggi sui social media - Facebook, Instagram e tutti i social ci hanno abituato a condividere ogni momento della nostra vita privata, compresi quelli in cui siamo in procinto di partire per le agognate vacanze. È naturale farlo, ma è anche uno dei modi in cui mettere a repentaglio la nostra sicurezza.
Uno dei primi posti dove i criminali cercano nuove potenziali vittime sono infatti i social media. Un hacker può aspettare il momento in cui partiamo per attaccare, perché sa che in quei giorni potremmo non notare delle attività sospette negli account o dispositivi. Se però la tentazione di condividere la meta del nostro prossimo viaggio è irresistibile, ricordiamoci almeno di controllare le impostazioni della privacy e di sicurezza dei nostri profili online.
Ciò che invece bisogna assolutamente evitare è pubblicare foto dei biglietti aerei!

Attivare la cancellazione remota - Durante i viaggi e gli spostamenti è più facile perdere o farsi rubare uno smartphone. Se si attiva la funzionalità di cancellazione remota dei dati del telefono si potrà eliminarne tutto il contenuto nel caso in cui dovessimo perderlo. Importante, inoltre, portare con sé le password del proprio operatore.

Eliminare tutti i dati personali in anticipo - Il modo migliore per non farsi rubare dati personali è rimuoverli dal telefono o dal tablet che porteremo con noi. Non si tratta solo di un accorgimento contro i furti, ma serve anche per proteggere la nostra privacy in casi legali. Ad esempio, da qualche tempo, durante i controlli doganali degli Stati Uniti gli agenti hanno il diritto di chiedere lo smartphone per ispezionare le nostre attività degli ultimi anni. Ci si può rifiutare ma, in questo caso, potremmo non essere ammessi nel Paese.

Utilizzare una VPN - Durante la nostra vacanza ci vorremo sicuramente connettere a Internet, magari navigando tramite rete Wi-Fi pubblica in un bar o in un hotel per risparmiare dati e navigare più velocemente. È bene ricordarsi che queste reti possono essere monitorate dagli amministratori di rete e sono più facili da “bucare” per eventuali hacker vacanzieri e malintenzionati digitali.

In questi casi, è una buona idea utilizzare un servizio di VPN. Le VPN criptano il traffico su Internet, così nessuno può visualizzare le informazioni che riceviamo e trasmettiamo, anche sulle reti pubbliche. Inoltre, in base al luogo in cui siamo in vacanza, potremmo averne bisogno per aggirare le limitazioni su base geografica: in diversi paesi, ad esempio, i social sono censurati e molti servizi di streaming sono legati al paese di residenza.
Insomma, bastano alcuni semplici accorgimenti per goderci il nostro meritato viaggio, senza timori per la nostra sicurezza e la nostra privacy. Buone vacanze!